giovedì 8 marzo 2012

POLEMICA SUI GIVEAWAY!!!

Salve ragazze, 
è ormai da giorni che la notizia sta balzando su internet  ed io in quanto blogger, mi sento il dovere di esprimere un mio parere riguardo alla questione dei giveaway.
Stiamo tutti letteralmente impazzendo all'idea di essere sanzionati...pensate si può arrivare ad essere multati fino ai 500.000€, tante di noi hanno annullato giveaway e candy.
                                               (fonte immagine Alessia scrap & craft)

In quanto blogger, ho cercato di avere quante più notizie possibili, per capire sopratutto se la notizia avesse realmente un valore, ho scambiato tantissime e-mail con le mie amiche, fin quando una di loro mi ha segnalato l'iniziativa di Lu del blog lufantasygioie.blogspot.com e di Antonella del blog http://passionebijoux.blogspot.com/  che nel tentativo di cercare  di capite qualcosa in questo marasma di avvocati e di dicerie varie, è andata direttamente alla fonte...ha pensato di scrivere alla  signora Silvia Petrucci del Ministero di Economia e Sviluppo, responsabile del controllo sui concorsi a premio.

Quindi vi copio e incollo l'intera comunicazione, partendo proprio dalla mail di Lu:

Gentile Signora Petrucci,
immagino che lei abbia questioni più importanti di cui occuparsi, ma mi creda: 
c'è un mondo in subbuglio nel web ed necessario un chiarimento anche perchè gli 
stessi legali ai quali alcune di noi si sono rivolte, danno pareri diversi.

La questione è questa: se una persona possiede un blog assolutamente non 

legato a marchi, prodotti, servizi o pubblicità di alcu tipo e si diletta in 
creazioni handmade e ad un certo punto vuole festeggiare con i suoi followers 
una ricorrenza (compleanno, compleanno del blog ecc..), organizza un giveaway 
mettendo in palio una sua creazione che non ha un grande valore, nè a volte è 
quantificabile questo valore. Se questa persona, che non può creare per esempio 
200 oggettini per tutti i 200 followers, ma vuole comunque fare un gesto carino 
e simbolico, mette in palio una o due sue creazioni e le sorteggia facendo 
riferimento alle estrazioni del lotto di un dato giorno, è fuori legge?

Per quanto riguarda me ed altre amiche del web (perchè di amichesi tratta) 

questa cosa è paragonabile ad una pesca di Natale, ma per la legge è così?

La ringrazio per la risposta che vorrà darci e della quale darò tempestiva 

comunicazione a tutte le mie amiche followers.

Distinti saluti
 
A. T .


La risposta della signora Petrucci:


Premesso che se si parla di pesca, essa può essere svolta solo da associazioni senza fini di lucro o ONLUS, comitati ecc. con le modalità ed i limiti di cui agli articoli 13 e 14 del d.P.R. n. 430/2001 di cui competenti sono i Monopoli di Stato, il Prefetto della provincia ove si svolge la manifestazione o il Sindaco del Comune,quando si organizzano le iniziative da Lei descritte, che hanno i caratteri di un concorso a premio, colui che le fa dovrebbe essere iscritto al Registro imprese perché sui premi dati in palio devono essere pagate le imposte e le manifestazioni a premio, in base all'art. 5 del d.P.R. n. 430/2001, possono essere svolte esclusivamente dalle imprese. In realtà, se però non si acquista nulla per partecipare ed il bene dato in premio ha il valore di mercato non superiore ad euro 1,00, tali iniziative beneficiano dell'esclusione dagli adempimenti di cui al citato d.p.R. n. 430/2001.  
Qualora invece siano concorsi a premio sottoposti alla disciplina predetta, e il soggetto non è impresa, vi sarà segnalazione alla GdF e all'Agenzia delle Entrate per verificare se tali soggetti svolgono attività di impresa evadendo il fisco.   




Premetto che è assurdo dare ad un prodotto handmade, creato da noi, il valore di mercato di 1€, a maggior ragione che non è un marchio registrato, ma  ALLORA COME ORGANIZZARE I GIVEAWAY NEL RISPETTO DELLA LEGGE?




L’errore più comune che commette chi  organizza un giveaway è quello di ritenere che, in virtù del fatto che essi non svolgono un’attività d’impresa o comunque commerciale, le disposizioni del decreto non vengono  applicate e che il giveaway possa procedere senza problemi.

Quello che dovete sapere è che:
 Il decreto non va applicato ad un blog nato senza fini commerciali , ma che rappresenti un semplice luogo di manifestazione del pensiero e di confronto, ad esempio un blog di cucina.


Poniamo invece due casi:
-Il primo caso è quello di  un blog avente una sezione dedicata alla vendita di un proprio merchandising ( ad esempio magliette con il logo del blog);
- Il secondo caso è quello di un  blog, nel quale  comparissero degli annunci pubblicitari, tipo quelli di Google AdSense, che comunque sono un profitto per il blog;

In entrambi i casi, anche se il giveaway è organizzato con fini non commerciali, attirerebbe  partecipanti per il premio che fa gola, e quindi incentiverebbe le visite sul blog, promuovendo e facendo pubblicità alle attività commerciali.

In conclusione quando decidete di organizzare un giveaway dovete stare bene attenti che non sussista una finalità anche in parte commerciale, ho letto tipo di bloggers che hanno organizzando giveaway con prodotti cosmetici di una determinata marca o chi ha meso in palio come premio il grembiule da cucina di X marca, anche se sono cose da voi acquistate, STATE FACENDO COMUNQUE PUBBLICITA' AL MARCHIO,  anche se nel vostro blog non fate attività commerciale!!!

Spero di esservi stata d'aiuto in qualche modo!!!

Anna




7 commenti:

  1. cara Anna, ho messo nel blog il link di questo post che mi è stato molto utile per cercare di capire come stanno le cose.grazie a presto

    RispondiElimina
  2. perfetto,sei stata chiarissima.

    solo una precisazione,l'email è di un'altra blogger,del blog Passione Bijoux,entrambe abbiamo inviato l'email al ministeero,ma a lei hanno risposto.

    Ciao

    RispondiElimina
  3. Anna, vieni a trovarmi, c'è un premio per il tuo blog!!!!!

    RispondiElimina
  4. sei stata d'aiuto.grazie mille

    RispondiElimina
  5. Ciao, mi fa piacere che tu abbia letto il mio blog e il post che ho scritto sulla questione dei giveaway ma siccome hai preso la mia immagine su cui era apposto il copyright, puoi almeno citare che l'hai presa dal mio blog? Grazie :)

    RispondiElimina
  6. Ciao Anna
    grazie per le ifo.
    Avevo appena organizzato il mio primo giveaway salentino con in palio dei libri...Il mio sito ha google adsense ed ho una sezione bookstore dove vendo i libri che promuovo...praticamente,a quanto ho capito, io ho proprio tutto quello che un sito NON deve avere per organizzare giveaway.
    Pazienza ho inserito nella mia pagina il link a questo post per spiegare ai miei utenti il motivo della sospensione del mio giveaway.
    Un saluto
    :)

    RispondiElimina
  7. Io ho una pagina fb dove parliamo di libri. Ogni tanto organizzo dei giochini tra i miei amici e metto in palio uno dei libri che ho in casa (non miei, ossia non scritti da me, si tratta di romanzi, recenti o meno). In tal caso immagino che non contravverrei a nessuna norma se mando il libro in regalo senza neppure pubblicizzare di quale si tratta e dato che non svolgo attività commerciale. O sbaglio?
    Grazie mille!

    RispondiElimina

YOUR COMMENT MAKE ME HAPPY!!!